IL MUSEO NAZIONALE DELL’UNIONE

LA SALA DELL’UNIONE
Ottobre 23, 2017
IL MUSEO PRINCIPIA
Ottobre 23, 2017

P

L’edificio in cui funziona il Museo Nazionale dell’Unione è stato costruito tra il 1851 ed il 1853 ed è il più grande edificio in stile romantico di Alba Iulia. La sua destinazione era ben definita: ospitare gli ufficiali dell’esercito asburgico della Fortezza. I residenti vennero reclutati da tutto l’Impero asburgico, motivo per cui si dice che qui si parlavano tutte le lingue del mondo. Per tal motivo, la gente del posto ha chiamato giustamente l’edificio: „Babilonia”. Con le pareti spesse più di 1 metro, l’edificio con oltre 100 stanze ha l’aspetto di una fortezza. Molto probabilmente, i costruttori presero in considerazione anche la sicurezza dei suoi abitanti. „Babilonia” ha servito l’esercito anche dopo l’Unione del 1918, solamente che i militari non avevano più l’origine multietnica, ma erano rumeni. Ha cambiato la sua destinazione solo il 28 novembre 1968, quando venne qui inaugurato il Museo Nazionale dell’Unione. L’evento ha avuto luogo in presenza di Nicolae Ceauşescu, che all’epoca aveva la funzione più importante dello stato, quella di segretario generale del Partito Comunista Romeno. Era il 50° anniversario dall’Unione della Transilvania con la Romania.

È uno dei musei più famosi della Romania, come patrimonio e reputazione scientifica. Le collezioni del museo comprendono circa 200.000 di oggetti di patrimonio. Il Museo è il luogo ove si può tornare indietro fino alla preistoria. È possibile soffermarsi sui daci e sui romani, passare attraverso il Medioevo, „assistere” alla rivolta di Horea ed alle guerre mondiali. La nostra raccomandazione è di prendersi almeno un’ora per visitare il museo. Per suscitare maggior interesse, vi ricordiamo alcuni dei pezzi di resistenza del museo: il cranio trapanato dell’età del bronzo; il tesoro dei Daci di Lupu; le tre splendide statue romane di marmo scoperte nel corso degli ultimi tre decenni e dedicate alle divinità Liber Pater e Nemesis, rispettivamente all’eroe Ercole; un modello, vecchio di oltre cento anni, del complesso delle terme di Apulum, che ha ricevuto dei riconoscimenti internazionali; un bassorilievo che raffigura Romolo e Remo allattati al seno dalla lupa; il fischio, i vestiti ed il cinturino di Avram Iancu.

Il Museo Nazionale dell’Unione occupa una posizione di leader tra i musei del paese ed annualmente si organizzano circa 50 mostre temporanee. I momenti più spettacolari per farvi una visita sono: la Notte dei Musei ed il 1 dicembre, la Giornata Nazionale della Romania.

Italiano