LA STATUA DI MICHELE IL CORRAGIOSO

LA PORTA SUD DEL CASTRO ROMANO
ottobre 23, 2017
L’OBELISCO „HOREA, CLOȘCA E CRIȘAN”
ottobre 23, 2017

P

Il momento dell’inaugurazione della statua di Michele il Corragioso, il 28 novembre 1968, fu un momento speciale. Era il 50 anniversario dell’Unione della Transilvania con la Romania. All’evento partecipò Nicolae Ceauşescu, che a quel tempo aveva la funzione più importante nello stato – segretario generale del Partito Comunista Romeno. Si dice che il leader comunista avesse deciso di affidare il lavoro allo scultore Oscar Han, nell’idea che l’artista fosse già in età avanzata, e la statua di Michele il Corragioso potesse essere la sua ultima opera importante. In realtà, i suoi successi artistici continuarono a lungo. Il posizionamento della statua di fronte all’ex Palazzo dei Principi della Transilvania non è stato casuale. L’edificio è il luogo ove Michele il Corragioso visse e lavorò nel breve periodo di 10 mesi, in cui guidò ad Alba Iulia i destini del principato della Transilvania.

La statua in bronzo è l’unica tra quelle fatte da Oscar Han e dedicata al voivoda, in cui il personaggio sia raffigurato a cavallo. L’artista scelse di sorprendere Michele nella raffigurazione del suo ingresso trionfale ad Alba Iulia, il 1 novembre 1599. La figura del principe è una degna, determinata, contrassegnata dal momento. Per ridare i tratti fisici, lo scultore si ispirò alle più famose immagini d’epoca del voivoda. Michele ha sulla testa il suo famoso buciuman, il cappello con il mazzo di piume sulla destra. Indossa un ampio mantello, e tiene trionfante la mazza nella mano sinistra.

Le cronache del tempo attestano che Michele il Corragioso era mancino. Il monumento, con un’altezza di 8,46 metri, il cui piedistallo misura 2 metri, è la prova che, ad Alba Iulia, nella Fortezza, il ricordo di Michele il Corragioso è vivo e tenuto ben visibile.

 

Italiano