LA SINAGOGA

IL CIMITERO EBRAICO
ottobre 23, 2017

P

Alba Iulia ospita la più antica comunità degli israeliti della Transilvania, con un’attività continua fino ad oggi. Nel centro della città si conserva la prima sinagoga in mattone della Transilvania, costruita nel 1840, nel periodo del rabbino Ezechiele Paneth, da cui prese il nome. Oggi è l’unica sinagoga nel distretto di Alba. La costruzione è sobria, ma tuttavia unisce degli elementi architettonici visibili di stile barocco e neoclassico.

Le tre „palle” in metallo sulla facciata della Sinagoga sono tre palle di cannone rimaste nel muro  dalla Rivoluzione del 1848-1849. Dopo quasi un secolo, nel 1938, la Sinagoga venne fortemente scossa da un attacco con una bomba. Vennero colpiti una parete e dei mobili e per fortuna non ci furono delle vittime. Gli autori dell’attentato non vennero mai trovati: alcune voci parlavano di legionari romeni, altre voci indicavano gli ungheresi. Una targhetta sulla parete est della navata centrale ricorda l’episodio del 1938.

All’ingresso nella Sinagoga vi è una stanza usata nel passato come prigione, probabilmente per coloro che commettevano reati religiosi. Sempre qui può essere visto il lavandino utilizzato per il rituale religioso del lavaggio delle mani.

L’edificio ha un’unica navata, una grande sala delle riunioni, tra cui la tevà, chiamata anche la bima, una passerella da cui si leggeva la Torah, il libro sacro degli ebrei. Sulla parete orientale si trova aron kodeş, l’armadio sacro dove si conservavano i rotoli della Torah. Le donne avevano accesso alla Sinagoga solo al primo piano, attraverso un ingresso separato, nella cosiddetta „Sala delle donne”.

La diminuzione del numero degli ebrei di Alba Iulia fa si che il minian, il quorum di preghiera con dieci uomini ebrei che conoscono il rituale, non possa essere assicurato. Per questo motivo il cerimoniale religioso non si può tenere. Per le grandi feste, le riunioni della comunità si svolgono in una sala più piccola della Sinagoga.

L’edificio è stato integrato negli ultimi anni in un ampio processo di restauro.

Italiano