LA SECONDA PORTA DELLA FORTEZZA ALBA CAROLINA

LA TERZA PORTA DELLA FORTEZZA ALBA CAROLINA
ottobre 23, 2017
LA PRIMA PORTA DELLA FORTEZZA ALBA CAROLINA
ottobre 23, 2017

P

La Storia della Seconda Porta della Fortezza di Alba Carolina ha degli episodi tumultuosi. Il monumento ha cominciato ad essere annoverato tra le porte della fortezza solo dopo il 1935, quando fu demolito durante la costruzione nelle vicinanze dell’obelisco „Horea, Closca e Crisan”. La forma attuale della Porta è il risultato di un progetto di restauro completato nel 2009. Fino ad allora, solo un paio di pilastri e qualche cerniera ricordavano ai passanti del monumento.

Nella nuova struttura sono stati ricollocati sui pilastri centrali degli atlanti originali, che fanno la guardia all’ingresso del Museo nazionale dell’Unione. Si tratta di due statue realizzate in antitesi in stile barocco: alla sinistra c’è un giovane imberbe, mentre alla destra c’è un signore maturo, con la barba.

Entrambi hanno i corpi vigorosi, ben proporzionati, tesi dal peso supportato e parzialmente coperti da mantelli molto lunghi. In cima alle colonne centrali sono collocati dei leoni che indossano uno scudo con l’emblema dell’imperatore di Vienna, Carlo VI, durante il cui regno fu costruita la Fortezza. La disposizione dei pilastri e dei muri delimita, al livello della porta, tre punti d’accesso: una carreggiata e due accessi pedonali. In passato, la Porta delimitava, insieme alla Prima Porta, la barbacana della Fortezza.

Parlando del percorso in discesa, con una lunghezza di 130 metri, questo aveva lo scopo di limitare l’acceso dei nemici al cancello principale della fortezza della Terza Porta. Il monumento è stato consegnato al circuito turistico nel 2009.

 

Italiano