IL MUSEO PRINCIPIA

IL MUSEO NAZIONALE DELL’UNIONE
ottobre 23, 2017
L’EX OSPEDALE MILITARE
ottobre 23, 2017

P

Situato nella Piazza della Fortezza, il Museo Principia è il luogo ove è stata valorizzata, dal punto di vista turistico, una parte dell’edificio della Principia del castro romano di Apulum. Qui è esistita la sede del comando della Legione XIII Gemina, l’unica legione che sia rimasta nel territorio della Dacia durante l’occupazione romana. Il Museo è uno dei posti ove si può imparare la storia del castro romano costruito dai romani ad Apulum.

Principia è stato studiato e valorizzato solo in parte, perché gran parte del complesso è interrato sotto l’Università „1 Dicembre 1918” e sotto la strada vicino all’Università.

Nel cortile del museo sono esposti oggetti trovati durante la campagna archeologica della zona ed oggetti dalle collezioni più vecchie del Museo di storia della città, come statue e santuari. La statua in bronzo che si trova presso l’ingresso del museo mostra come era equipaggiato il soldato romano di 1900 anni fa, quando la Dacia divenne uno degli ultimi territori compresi entro i confini dell’Impero romano.

La zona interna conserva in situ le tracce della Principia. I visitatori possono vedere le camere in cui si teneva il tesoro, dove si addestravano gli ufficiali ed i soldati della Legione. Sempre all’interno sono messi in evidenza i pavimenti originali di alcune camere o l’ipocausto, il sistema di riscaldamento dei romani.

Ci si potrebbe domandare quali siano state le ragioni per la scelta dei cinque imperatori romani, che hanno le statue di bronzo collocate all’interno e nel cortile del Museo:  tutti hanno avuto un ruolo importante nell’evoluzione dell’antica Apulum, ma anche per la storia dell’Impero romano in generale. Traiano fu il conquistatore della Dacia. Nel periodo di Adriano si sono svolte le fasi iniziali dell’esistenza del castro di Apulum. Sotto Marcus Aurelius, il primo centro urbano di Apulum ottenne lo statuto di municipio, mentre Septimius Seversus conferì lo stesso statuto alla seconda città di Apulum, sviluppata attorno al castro. A proposito di Caracalla si dice che abbia giunse, molto probabilmente, ad Apulum nel 213, insieme alla madre, Giulia Domna. Alcune interpretazioni medievali collegano il nome della città di „Alba Iulia” all’imperatrice. Sempre nel Museo ci si può trasporre per alcuni momenti nella vita del soldato romano, mettendo le sue attrezzature complesse. Inoltre, l’atmosfera del mondo antico, con legionari romani, guerrieri daci, gladiatori e ballerine è illustrata dalla squadra di intrattenimento antico, che lavora in città e che ha un’intensa presenza pubblica durante la stagione turistica.

Il museo, aperto al pubblico nel 2015, è il luogo ove si svolgono sempre più eventi e mostre temporanee.

Le tracce della Principia sono incluse, insieme ad altri obiettivi romani della Fortezza di Alba Cartolina nell’„Itinerario culturale europeo degli imperatori romani e del vino lungo il Danubio”.

Italiano