OBIETTIVI TURISTICI

ottobre 23, 2017

La Fortezza Alba Carolina

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

La fortificazione bastionata di Alba Iulia è la più grande Fortezza della Romania ed è ancora in piedi da più di 300 anni. La Fortezza è il luogo ove si può tornare indietro nel tempo, per due millenni, tra le vestigia delle tre fortificazioni, in altrettante epoche differenti. In altre parole, ogni nuova fortezza eretta ha incluso quella vecchia: il Castro costruito dai romani, la Fortezza medievale e la Fortezza Alba Carolina. L’ultima è stata eretta ad Alba Iulia all’inizio del XVIII secolo. Il primo progetto della fortificazione è stato realizzato dall’architetto italiano Giovanni Morando Visconti, che ha guidato la prima fase dei lavori. L’architetto è morto di peste [...]
ottobre 24, 2017

L’EX MUSEO DI ARCHEOLOGIA

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Alba Iulia fu tra le prime città della Transilvania in cui venne creato un museo, alla fine degli anni ‘800. L’iniziativa venne coordinata dalla „Società di storia, archeologia e scienze naturali” e si materializzò nel 1888. La missione dell’organizzazione del museo venne affidata ad Adalbert Cserni, il suo primo custode ed, in seguito anche direttore. Inizialmente, funzionò nella scuola materna vicino alla chiesa del quartiere Lipoveni. Nel 1900, il museo fu spostato nell’edificio della scuola materna del quartiere Maieri, che aveva cinque stanze. Le collezioni emersero principalmente a seguito di donazioni provenienti da archeologi dilettanti o da istituzioni e anche dal [...]
ottobre 24, 2017

IL COLLEGIO NAZIONALE „HOREA CLOŞCA E CRIŞAN”

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Il liceo statale di Alba Iulia venne costruito in Transilvania dopo l’Unione del 1918. Fondato nel 1919, il liceo venne nominato „Michele il Coraggioso”. La nuova istituzione educativa non ebbe, tuttavia, un proprio posto nella prima fase della sua esistenza nei decenni tra le due guerre, così che cambiò più spazi in città. Il primo fu l’edificio in cui oggi funziona il Liceo di Musica ed Arti Plastiche „Regina Maria”. I corsi iniziarono con 300 studenti distribuiti in cinque classi. La pietra angolare della nuova sede del Liceo venne posta nel 1923, su di un terreno di quattro ettari, situato nella parte occidentale della Fortezza, sull’Altopiano dei Romani. I lavori ve [...]
ottobre 24, 2017

L’EX SCUOLA LAICA UNGHERESE

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

L’edificio in cui funziona oggi il Liceo d’Arte „Regina Maria” venne costruito tra gli anni 1900 e 1901. Nella prima fase della sua esistenza, funzionò come scuola civile ungherese. Nel 1919, subito dopo l’Unione della Transilvania con la Romania, si ottenne il passaggio dell’edificio sotto la proprietà dello stato romeno. Qui iniziò la sua attività la prima scuola statale fondata in Transilvania, dopo l’Unione del 1918, sotto il nome di „Michele il Coraggioso”. La scuola funzionò qui fino al 1940, quando venne ultimato il nuovo edificio sul lato ovest della Fortezza, ove funziona tutt’oggi, ma sotto il nome di Collegio Nazionale „Horea, Closca e Crisan”. Dopo [...]
ottobre 23, 2017

L’EX PADIGLIONE DEI SOTTUFFICIALI

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Situato nei pressi del Palazzo Apor, l’edificio che ospita oggi la Biblioteca dell’Università „1 Decembrie 1918”  ebbe, come la maggior parte degli edifici della Fortezza Alba Carolina, uno scopo militare. L’edificio, a forma di L, fu costruito intorno al 1900 in stile neoclassico. Nella prima fase della sua esistenza, fu al servizio del Padiglione dei sottufficiali dell’esercito austro-ungherese. Sulle mappe dell’epoca, questo edificio appare con il nome di „Padiglione degli ufficiali n. 6”. Purtroppo, le fonti storiche sono piuttosto scarse per quello che riguarda gli edifici della vecchia via della Farmacia. La destinazione culturale della costruzione  iniziò nel [...]
ottobre 23, 2017

L’EX COLLEGIO DEI GESUITI

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

La Fortezza di Alba Iulia venne definita, nel corso degli anni, come luogo con una tradizione speciale quando si parla di formazione dell’elite, ma anche di valori del patrimonio nazionale e universale. Uno dei luoghi della Fortezza che entra, anche oggi, in questo modello è il corpo B dell’Università „1 Dicembre 1918” di Alba Iulia, che eredita il patrimonio del Collegio dei gesuiti. Ad Alba Iulia l’ordine dei gesuiti venne fondato nel 1579, sull’ondata delle contromisure per la Riforma religiosa. Il momento segnò l’inizio della formazione nel mistero del sacerdozio nel seminario organizzato nella Chiesa di Báthory, conosciuta anche come Chiesa dei gesuiti. Oggi la chies [...]
ottobre 23, 2017

L’ EX COLLEGIO ACCADEMICO BETHLEN

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Nella sua ambizione di protettore della cultura, il principe Gabriele Bethlen voleva trasformare Alba Iulia in una „Heidelberg dell’est”. A tal fine, egli fondò, nel 1622, il Collegio Accademico, nel cuore della Fortezza. L’istituzione ha ricevuto nel 1629, il rango di scuola accademica, con tre facoltà: Teologia, Filosofia e Filologia. La scuola, di tipo umanista, aveva 40 studenti sostenuti direttamente dal bilancio della corte principesca di Alba Iulia. Qui, i giovani si preparavano per le diverse carriere laiche e per le funzioni pratiche del Principato della Transilvania. Per le sue dimensioni e per il prestigio dei docenti che qui hanno insegnato, questa istituzione di ist [...]
ottobre 23, 2017

IL MONUMENTO CUSTOZZA

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Per quanto riguarda il monumento situato nella zona centrale della Piazza della Fortezza, probabilmente ci si chiede quale sia il legame tra Alba Iulia e la battaglia di Custoza nel 1866, durante il conflitto militare tra Italia e Austria per il possesso di Venezia.  Nella battaglia del Nord d’Italia, vinta dagli austriaci, prese parte anche il 50° Reggimento Fanteria di Alba Iulia, composto principalmente da romeni ed ungheresi, ma commissionato da ufficiali austriaci. L'iniziativa di erigere un monumento dedicato ai 133 soldati ed ufficiali che morirono a Custoza, appartenne agli ufficiali del Reggimento austriaco di Alba Iulia e si concretizzò dopo 40 anni dalla battaglia italiana [...]
ottobre 23, 2017

IL MONUMENTO LOSSENAU

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

La storia del monumento Losenau inizia il 11 febbraio 1849, quando a Simeria l’esercito rivoluzionario ungherese affrontò le truppe austriache guidate da Ludwig Losy von Lossenau. Dopo la battaglia, il comandante austriaco venne gravemente ferito e morì pochi giorni dopo. Anche se oggi sappiamo molto poco della biografia del colonnello austriaco, a seguito della sua morte ad Alba Iulia si è eretto un altro monumento. L’iniziativa della costruzione del monumento ha appartenuto agli ufficiali dell'esercito asburgico della guarnigione di Alba Iulia. La prima pietra della costruzione fu posta nel 1852, alla presenza dell’imperatore Franz Joseph. Situato nella piazza della Fortezza, i [...]
ottobre 23, 2017

L’OBELISCO „HOREA, CLOȘCA E CRIȘAN”

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

L’Obelisco in pietra impressiona soprattutto per la sua altezza, 20 metri, che lo rende visibile da decine di chilometri. Il monumento si trova davanti alla Terza Porta della Fortezza, su di una collina artificiale di terra, che in passato, doveva proteggere la porta principale della fortificazione dal fuoco di artiglieria, in caso di assedio. L'obelisco fu eretto per celebrare il 150 anniversario dall'esecuzione di Horea e Cloșca, i leader della Rivolta del 1784. Attraverso le sue dimensioni e le qualità artistiche, il monumento doveva essere all'altezza dell'evento commemorato. Anche se venne completato con un ritardo di due anni, l'inaugurazione del 14 ottobre 1937 fu un evento de [...]
ottobre 23, 2017

LA STATUA DI MICHELE IL CORRAGIOSO

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Il momento dell’inaugurazione della statua di Michele il Corragioso, il 28 novembre 1968, fu un momento speciale. Era il 50 anniversario dell’Unione della Transilvania con la Romania. All’evento partecipò Nicolae Ceauşescu, che a quel tempo aveva la funzione più importante nello stato - segretario generale del Partito Comunista Romeno. Si dice che il leader comunista avesse deciso di affidare il lavoro allo scultore Oscar Han, nell’idea che l’artista fosse già in età avanzata, e la statua di Michele il Corragioso potesse essere la sua ultima opera importante. In realtà, i suoi successi artistici continuarono a lungo. Il posizionamento della statua di fronte all’ex Palazzo [...]
ottobre 23, 2017

LA PORTA SUD DEL CASTRO ROMANO

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

La traccia più visibile del castro Apulum è la porta del lato sud, chiamata Porta principalis dextra. Si tratta dell’unica delle quattro porte del castro di forma quadrangolare che sia rimasta fino ad oggi. L’obiettivo, di massima importanza per l'antica storia dello spazio romeno, è evidenziato sull’Itinerario delle Tre Fortificazioni, situato nella parte sud e sud-est della Fortezza Alba Carolina. Le vestigia rimaste raffigurano solo una parte dell’aspetto di una volta della Porta e circa un terzo della sua bellezza di 1.800 anni fa. Anche così, è una testimonianza vivente della civiltà romana in queste terre e parla di un periodo fiorente dell’antica Apulum. La Porta pr [...]
ottobre 23, 2017

Via Principalis

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Quadrilatero con una porta situata su ogni lato e con le strade principali che collegano le porte che sono state posizionate sui lati opposti. Così, viene progettato il castro di Apulum, dagli ingegneri e dagli architetti dell’Impero Romano, quasi due millenni fa. Se vi state chiedendo come fossero le strade che attraversavano l’antico Apulum, dobbiamo dirvi che ad Alba Iulia si è conservato un tratto di Via principalis. Era la strada che collegava le principali porte del castro, a sud e a nord. La Via principalis passava di fronte alla „Principia” del castro romano di Apulum, vale a dire la sede del comando della Legione XIII Gemina. Qui, una parte dell’edificio di 1800 anni f [...]
ottobre 23, 2017

L’EX SCUOLA GIMNASIALE „MAJLÁTH”

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

L’edificio centrale dell’Università „1 Decembrie 1918” è uno degli edifici grandiosi della Fortezza, eretto alla fine degli anni 1800. Fin dalla sua costituzione, fu progettato per l’educazione, ospitando nella sua prima fase, la Scuola Secondaria Superiore Romano - Cattolica Majláth. L’edificio, di notevole dimensioni, venne edificato sul sito di una ex chiesa gotica di tipo sala. In stile neoclassico, l’edificio colpisce in particolare per la sua facciata principale decorata con colonne e con capitelli ionici e dorici, in alternanza, che amplificano la sua monumentalità nonché con vari altri registri ornamentali con motivi vegetal geometrici. I fronti triangolari, le [...]
ottobre 23, 2017

LA CASA DI CULTURA DEI SINDACATI

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Un obiettivo importante degli ultimi quattro decenni nella città di Alba Iulia è stata la Casa di Cultura dei Sindacati. I lavori di costruzione iniziarono nell’aprile 1974 e vennero completati a tempo di record. L’edificio venne inaugurato il 18 dicembre 1976. Lo sforzo fu collettivo: alla costruzione ed all’arredamento del nuovo edificio culturale contribuirono 12 imprese del distretto di Alba e del paese, che si orientarono verso tecniche e soluzioni moderne per quel tempo. L’istituzione culturale ha un auditorium di 548 posti e un palco con 30 posti, nonché anche una sala di conferenze con 165 posti. Oltre alla funzione culturale, l’edificio ospita una palestra, degli uff [...]
ottobre 23, 2017

L’EX TEATRO „I. L. CARAGIALE”

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

L’ex Teatro Caragiale è l’edificio di Alba Iulia al servizio della cultura da quasi 150 anni. La storia inizia alla fine degli anni 1800, quando una scuola materna nel parco della città venne ristrutturata e ricevette il ruolo di „ridotta della città”, cioè una sorta di „club” frequentato dalla „buona gente” della città:  uomini d’affari, giudici, avvocati, funzionari, insegnanti. L’edificio venne completamente riorganizzato e modernizzato prima delle Celebrazioni dell’incoronazione del 15 ottobre 1922. Sempre in quel momento, ricevette il nome di „Teatro Caragiale”. Nello stesso anno, il 1 dicembre, ebbe luogo l’apertura ufficiale della stagione teatrale [...]
ottobre 23, 2017

LA STATUA DELLA LUPA

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

La statua si trova in Piazza Alessandria, così chiamata a causa del gemellaggio della città di Alba Iulia con la città Alessandria del Nord Italia. Il monumento venne donato alla città nel 1993 dal console onorario d’Italia per i distretti di Alba, Hunedoara e Sibiu. Se le statue delle „lupe” sono uguali in tutto il mondo, i loro piedistalli sono diversi. Ad Alba Iulia la statua è stata collocata su una colonna romana, come nel caso della copia di Roma in Campidoglio. Nel 2009, il comune di Alba Iulia ha regalato alla città di Alessandria una replica della „lupa”, che è stata posta nella „Piazza Alba Iulia” della città piemontese. Rispettando le rappresentazioni dell [...]
ottobre 23, 2017

LA CATTEDRALE DELL’INCORONAZIONE

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

La Cattedrale dell’Incoronazione è il primo importante luogo di culto costruito in Transilvania dopo l’Unione del 1918. La chiesa ortodossa venne costruita appositamente per l’incoronazione dei Re della Grande Romania, Ferdinando e Maria, il 15 ottobre 1922. La prima pietra dell’edificio fu posta il 28 marzo 1921. I lavori effettivi per erigere la Cattedrale durarono circa 9 mesi. Dal punto di vista architettonico, la Cattedrale appartiene ad uno stile neobrancovenesc (stile locale nazionale) ed alla corrente nazionale di architettura promossa nei decenni del XX secolo. Il campanile, alto 52 metri, insieme alla croce, domina insieme al campanile della Cattedrale Cattolica, la vis [...]
ottobre 23, 2017

L’EX PREFETTURA

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

L’edificio fu eretto nell’angolo nord-est della Fortezza, sopra la struttura di vecchie case nobiliari del XVI secolo. L’edificio sovrappone uno dei quattro lati della ex castro romano di Apulum, che aveva lo stesso allineamento della Fortezza medievale. L’edificio ha avuto nel corso del tempo destinazioni civili, ma anche militari. I nomi dell’edificio nel tempo sono collegati alle funzioni che ebbe o alle personalità che ospitò. Fu la Casa dei Sedili Sassoni nel momento in cui Alba Iulia rappresentò la capitale del Principato della Transilvania. Come altri edifici della città, venne trasformato in modo tale da riflettere l’importanza politica della città. Molto probabi [...]
ottobre 23, 2017

LA CASERMA DEI PIONIERI

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

La Caserma dei Pionieri venne costruita tra il 1897-1898 sul lato est dell’area che delineava la piazza della Fortezza. L’unità militare ricevette il nome dall’imperatore austriaco Franz Josef. Con la comparsa degli edifici che vennero disposti in modo indipendente sui quattro lati della caserma, si formò un grande cortile interno. L’edificio venne costruito sul luogo di un vecchio monastero e di una chiesa. Durante la Prima Guerra Mondiale, qui funzionò un grande deposito militare austro-ungherese. Nell’autunno dell’anno 1918, la caserma fu una delle prime e più importanti unità militari della Fortezza di Alba Iulia, prese dai militari romeni. L’edificio divenne poi la [...]
ottobre 23, 2017

LA CATTEDRALE ROMANO-CATTOLICA „SAN MICHELE”

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Costruita quasi 800 anni fa, la Cattedrale Arcivescovile Romano - Cattolica è la più antica cattedrale della Transilvania, tuttora funzionante, nonché il più antico edificio di Alba Iulia e del distretto di Alba. È da secoli l’edificio più alto di Alba Iulia e del distretto di Alba. La sua torre, insieme alla croce, misura 56,7 metri e domina la vista della città da lontano. La Cattedrale è considerata il terzo edificio religioso costruito sullo stesso sito. È costruita con blocchi di pietra provenienti dalle mura del castro costruito dai romani ad Apulum. I lavori iniziarono, molto probabilmente, nella metà del XIII secolo. Da un punto di vista architettonico, l’edificio in [...]
ottobre 23, 2017

IL PALAZZO ARHIEPISCOPALE

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Il Palazzo vescovile si trova nell’angolo sud-ovest della Fortezza, vicino alla Cattedrale Romano-Cattolica. La storia del Palazzo è strettamente legata a quella di una importante istituzione che qui opera da secoli: la Diocesi Romano – Cattolica di Alba Iulia, elevata al rango di arcidiocesi nell’anno 1991. I momenti iniziali del Palazzo sono difficili da ricostruire. Le prime menzioni documentate che testimonino l’esistenza del Palazzo sono dell’anno 1287.  Molto probabilmente, l’edificio venne costruito in parallelo con la Cattedrale che si trova nelle immediate vicinanze. L’intera fila di edifici sul lato sud della Fortezza faceva parte dello stesso complesso che servi [...]
ottobre 23, 2017

LE VESTIGIA DELLA CHIESA DEL X SECOLO

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Nell’anno 2011, durante la riabilitazione della Fortezza, una scoperta casuale ha avuto quale conseguenza la ricerca archeologica dello spazio verde di fronte al Palazzo. Gli scavi hanno evidenziato le vestigia di una chiesa. Le dimensioni della chiesa sono 20 metri sull’asse est-ovest e 12 metri sull’asse nord-sud, con uno spessore delle mura di 1,2 metri. Secondo le interpretazioni degli specialisti, la chiesa apparteneva al periodo 950-1050. Il suo piano era a forma di croce greca inscritta, con una cupola sorretta da quattro pilastri. Da un punto di vista architettonico, la chiesa era una variante provinciale del piano bizantino  in „croce greca inscritta”, con una cupola s [...]
ottobre 23, 2017

L’EX DEPOSITO DELL’ESERCITO

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Alba Iulia è entrata alla fine del XVIII secolo, nella nuova era, quando la Transilvania venne conquistata dagli austriaci. Dopo che le autorità di Vienna decisero di costruire la Fortezza Alba Carolina, la città venne trasformata in una grande caserma. Una delle unità dell’esercito imperiale della Fortezza fu il deposito dei cereali. Il ruolo principale fu quello di procurare la farina e di produrre il pane per i soldati all’interno della fortificazione. Il ruolo secondario fu quello di deposito di approvvigionamento. Situato sul lato orientale della Fortezza, l’edificio in cui funzionò il deposito era grande, di forma quadrangolare, con un cortile interno. La parete del sud [...]
ottobre 23, 2017

L’EX COMMISSARIATO DI GUERRA

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Il Commissariato di Guerra fu un’importante struttura all’interno del presidio austriaco della Fortezza Alba Carolina. Il suo ruolo fu sia militare, che economico e sociale: dal reclutamento dei soldati, ai problemi di costruzione e manutenzione, acquisti, contabilità e fino all’assistenza sanitaria. L’edificio del Commissariato fu uno dei primi progetti a portare la firma dell’architetto della Fortezza bastionata del XVIII secolo, l’italiano Giovanni Morando Visconti. A forma quadrata, l’edificio è massiccio, tipicamente militare, ma trasuda un certo prestigio. Le aperture delle finestre, probabilmente realizzate in una fase successiva alla prima fase della costruzione, c [...]
ottobre 23, 2017

LA PRIMA PORTA DELLA FORTEZZA ALBA CAROLINA

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Costruito in pietra, con la forma ad arco di trionfo, la Prima Porta della Fortezza di Alba Carolina si trova alla base della terrazza, sulla quale venne eretta la fortificazione. È il primo punto di accesso al sito dal lato est. La Porta offre una vera e propria „lezione” aperta di storia sull’antichità, quella romana principalmente, la cui eredità è reclamata dall’Impero asburgico. Nella parte superiore sono collocate le statue di Marte - dio della guerra e Venere - dea della bellezza. Il monumento ha una ricca decorazione scultorea con le rappresentazioni in rilievo. Sul monumento sono raffigurati alcuni personaggi mitologici, quali: Enea, il leggendario fondatore di Roma; [...]
ottobre 23, 2017

LA SECONDA PORTA DELLA FORTEZZA ALBA CAROLINA

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

La Storia della Seconda Porta della Fortezza di Alba Carolina ha degli episodi tumultuosi. Il monumento ha cominciato ad essere annoverato tra le porte della fortezza solo dopo il 1935, quando fu demolito durante la costruzione nelle vicinanze dell'obelisco „Horea, Closca e Crisan”. La forma attuale della Porta è il risultato di un progetto di restauro completato nel 2009. Fino ad allora, solo un paio di pilastri e qualche cerniera ricordavano ai passanti del monumento. Nella nuova struttura sono stati ricollocati sui pilastri centrali degli atlanti originali, che fanno la guardia all'ingresso del Museo nazionale dell’Unione. Si tratta di due statue realizzate in antitesi in stile [...]
ottobre 23, 2017

LA TERZA PORTA DELLA FORTEZZA ALBA CAROLINA

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

Situata sul lato orientale della Fortezza di Alba Carolina, la Terza Porta è il principale punto di accesso alla fortezza stessa. La Porta si trova proprio nella parte centrale del muro che collega i due bastioni della Fortezza: il bastione Santo Eugenio di Savoia ed il bastione della Transilvania. Il monumento, con la forma a doppio arco trionfale, si distingue per le sue dimensioni e per le ricche decorazioni. La grandezza della Porta è data anche dai pilastri della sua composizione, che la rafforzano, ma che le danno anche un aspetto ornamentale speciale. Nella parte superiore si trova la statua equestre dell'imperatore Carlo VI, durante  il cui regno venne costruita la Fortezza. [...]
ottobre 23, 2017

LA QUARTA PORTA DELLA FORTEZZA ALBA CAROLINA

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

„La Porta del Vescovo” e „La Nuova Porta” sono i nomi con cui la Quarta Porta della Fortezza Alba Carolina era conosciuta in passato. Il monumento ha la forma di un passaggio ad arco che attraversa il muro tra i due bastioni della Fortezza: il bastione dei Trinitari ed il bastione di Santo Michele e si trova al lato ovest della strada principale che attraversa la Fortezza. È l'unica porta con ricca decorazione scultorea tra le tre porte esistenti sul lato ovest della Fortezza. L’apertura della Porta è incorniciata da due statue che in linguaggio tecnico si definiscono atlanti, che rappresentano due uomini maturi, barbuti, avvolti in mantelli che coprono parzialmente la loro nud [...]
ottobre 23, 2017

LA QUINTA PORTA DELLA FORTEZZA ALBA CAROLINA

Consulente scientifico: Tudor Roșu , storico Editor degli script: Nicolae Neag, Esperto di Pubbliche Relazioni Materiale tradotti da: Camelia Augusta Roșu e Claudio Calai.

La Quinta Porta della Fortezza è uno degli ingressi secondari ed è situata nella parte occidentale della fortificazione. Nei secoli XVIII e XIX la Porta ebbe uno scopo pratico: garantire ai soldati l’uscita verso il campo di addestramento, che si trova nelle attuale Altopiano dei Romani. L’architettura della Porta è semplice. Il monumento ha la forma di un tunnel ad arco in mattone, con 15 metri di lunghezza, che funge da interfaccia tra il rivellino Santo Michele e la terza linea di difesa della fortificazione, chiamata controguardia. Attraverso questa rotta, nel 1919, il re Ferdinando e la regina Maria entrarono nella Fortezza, essendo questa la prima visita dei monarchi romeni ne [...]
Italiano